storie di ordinario...sfruttamento PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
alt
Hanno chiesto  giustizia per Bobb Alagie, il ragazzo del Gambia ferito venerdì scorso alla bocca a Gricignano d'Aversa con un colpo d'arma da fuoco esploso da uno dei soci della cooperativa che lo accoglieva. Il ragazzo è ancora in prognosi riservata all'ospedale Cardarelli di Napoli. A fare appello alle prefetture di Napoli e Caserta i manifestanti che hanno sfilato per la marcia degli esclusi, corteo animato da studenti, ragazzi dei centri sociali, associazioni e migranti. Adesso il giovane si trova in ospedale in prognosi riservata.
Al centro della disputa c'è la condizione in cui versano i migranti all’interno del centro di accoglienza: è assente qualsiasi tipo di assistenza sanitaria e gli ospiti del centro vengono costretti a lavorare per 12 ore al giorno per pochi euro. Alagie ero uno dei pochi che da mesi protestava contro il livello di sfruttamento.
Quanto accaduto in questo centro di accoglienza è quello che accade in molti altri centri di accoglienza in giro per l’Italia. Per quanto si possano sgolare i politici e qualunquisti nostrani con la storia dell’immigrato parassita che "costa" 35 euro al giorno concessi dallo Stato, la dura  realtà ci dice ben altro.
Migliaia di migranti vengono sistematicamente utilizzati dalle solite cooperative, come forza lavoro a basto costo, in cambio nessuna garanzia sanitaria, nessun diritto, solo profitto per gestori dei centri e delle imprese che li sfruttano  E quando qualcuno di loro alza o prova ad alzare la testa, bisogna "calmarlo con i dovuti modi”. 

 

 

Cane ANPI


Facebook MySpace Twitter Digg Delicious Stumbleupon Google Bookmarks RSS Feed 

Contatti

ANPI SCANDICCI

Via De rossi, 26
50018 Scandicci (Firenze)

Tel: 055 254758
NUOVA Email: anpiscandicci@gmail.com