Online il sito dell'Atlante delle stragi naziste e fasciste in Italia Stampa
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
E’ online il sito dell'Atlante delle stragi naziste e fasciste in Italia – http://www.straginazifasciste.it/. L'Atlante è stato presentato alla Farnesina ed è promosso dall'Associazione nazionale partigiani d'Italia (ANPI) e dall'Istituto nazionale per la storia del movimento di liberazione in Italia (Insmli). Per il Presidente dell'Anpi Carlo Smuraglia si tratta di “un passo avanti per la memoria comune, un punto di approdo utile non solo per ricercatori ed esperti ma per il pensiero comune dei due Paesi, Italia e Germania, per superare alcune contraddizioni ancora vive e costruire una memoria comune”. Claudio Silingardi, direttore generale Insmli riconosce l’importanza di un'impresa “collettiva molto importante, un passaggio fondamentale per creare un vero e proprio memoriale delle vittime civili della seconda guerra mondiale e incentivare un rapporto con la scuola, un investimento per il futuro”. Il progetto è stato finanziato dal governo tedesco.
Per l'ambasciatrice di Germania in Italia Susanne Wasum-Rainer la nasciata dell'Atlante è il traguardo di “un cammino lungo e difficile” che deve servire a “creare una comune cultura della memoria” e ad “assicurare alle vittime una degna memoria”. Poi, precisa: “La Germania si è assunta la responsabilità storica dei terribili eventi accaduti per mano tedesca e noi ci inchiniamo dinanzi alle vittime causate da quella politica tedesca, tuttavia noi crediamo che oggi la questione delle riparazioni non si ponga più. Abbiamo messo tantissimi fondi a disposizione e vogliamo continuare a farlo per dare un segnale di riparazione per le persone che hanno dovuto subire così tante sofferenze. L'abbiamo fatto e vogliamo continuare a farlo per ogni vittima che finora non ha avuto la possibilità di ricevere una riparazione, però chiediamo che la questione vera e propria delle riparazioni oggi non si ponga più”.