Iniziative ed eventi
tante le firme raccolte a Scandicci per difendere la Costituzione nata dalla Resistenza PDF Stampa E-mail
Anche questo sabato, decine e decine  di cittadini di Scandicci e della vicina Firenze, hanno firmato  i moduli per la richiesta di referendum al  tavolo organizzato dal Comitato antifascista per la Difesa della Costituzione.
Una firma per per dire NO all'Italicum, la legge elettorale che prevede: -  un abnorme premio in termini di seggi, al partito che vincesse  le elezioni -  l'impossibilità sostanziale di scegliere i propri candidati che, ancora una volta, saranno "nominati" dalle segreterie di partito. E per dire NO alla deformazione della Costituzione approvata dall'attuale maggioranza. La scelta dei cittadini è basata sulla conoscenza del contenuto dell'Italicum e dello stravolgimento dell'assetto istituzionale, previsto dal dddl Boschi che  sbilancia, a favore di uno strapotere dell'Esecutivo nei confronti del Parlamento, l'equilibrio dei poteri previsto dai padri Costituenti.  La sovranità, come prevede la Carta, appartiene al popolo, mentre l'attuale maggioranza punta a creare un paese di sudditi del premier di turno.
alt

Anche sabato mattina, Moreno Cipriani gappista e Presidente onorario della ns. Sezione ANPI (al centro nella foto) ha voluto esprimere, con la sua presenza, il sostegno alla raccolta di firme del  Comitato per il NO di Scandicci.

 alt

"LA COSTITUZIONE NON SI ROTTAMA"  

 
partita anche a Scandicci la raccolta di firme contro Italicum e le modifiche costituzionali di Renzi-Boschi PDF Stampa E-mail
alt
E’ nato anche Scandicci il Comitato per il No nel referendum sulle modifiche alla Costituzione   ed al SI sui quesiti referendari, già presentati in Cassazione, per correggere la legge elettorale (Italicum).
Ne fanno parte soggetti politici, sindacali ed associativi che si riconoscono nei valori democratici ed antifascisti espressi dalla Carta costituzionale, nata dalla Resistenza. Per ora hanno aderito al Comitato: Sezione ANPI Scandicci, Associazione Vita indipendente, Partito Rifondazione Comunista, Sinistra Italiana, Partito Comunista d’Italia e singoli cittadini.
Come simbolo del Comitato i due loghi del Nazionale e le bandiere dell’ANPI, in ragione del loro indubbio significato unificante. Sede del Comitato, i locali dell’ANPI Scandicci in via de’ Rossi 26. Da sabato 30 aprile è partita la raccolta, raccogliendo l'interesse delle cittadine e cittadini della nostra città. La raccolta di firme proseguirà   in piazza del mercato, la mattina dei prossimi sabati fino a giugno,  con i banchini per i tre quesiti referendari: - due per chiedere la modifica dell’Italicum, che come il Porcellum è incostituzionale,
- l’altro per poter dire NO alle profonde modifiche della Costituzione, introdotte dall’attuale maggioranza parlamentare.  Ricordiamo a tutti i cittadini residenti a Scandicci che è possibile firmare anche, in orario d'ufficio, presso la sede del Comune.
 
antifascimo, democrazia, solidarietĂ : 25 aprile 2016 PDF Stampa E-mail
alt
 
Online il sito dell'Atlante delle stragi naziste e fasciste in Italia PDF Stampa E-mail
E’ online il sito dell'Atlante delle stragi naziste e fasciste in Italia – http://www.straginazifasciste.it/. L'Atlante è stato presentato alla Farnesina ed è promosso dall'Associazione nazionale partigiani d'Italia (ANPI) e dall'Istituto nazionale per la storia del movimento di liberazione in Italia (Insmli). Per il Presidente dell'Anpi Carlo Smuraglia si tratta di “un passo avanti per la memoria comune, un punto di approdo utile non solo per ricercatori ed esperti ma per il pensiero comune dei due Paesi, Italia e Germania, per superare alcune contraddizioni ancora vive e costruire una memoria comune”. Claudio Silingardi, direttore generale Insmli riconosce l’importanza di un'impresa “collettiva molto importante, un passaggio fondamentale per creare un vero e proprio memoriale delle vittime civili della seconda guerra mondiale e incentivare un rapporto con la scuola, un investimento per il futuro”. Il progetto è stato finanziato dal governo tedesco.
Per l'ambasciatrice di Germania in Italia Susanne Wasum-Rainer la nasciata dell'Atlante è il traguardo di “un cammino lungo e difficile” che deve servire a “creare una comune cultura della memoria” e ad “assicurare alle vittime una degna memoria”. Poi, precisa: “La Germania si è assunta la responsabilità storica dei terribili eventi accaduti per mano tedesca e noi ci inchiniamo dinanzi alle vittime causate da quella politica tedesca, tuttavia noi crediamo che oggi la questione delle riparazioni non si ponga più. Abbiamo messo tantissimi fondi a disposizione e vogliamo continuare a farlo per dare un segnale di riparazione per le persone che hanno dovuto subire così tante sofferenze. L'abbiamo fatto e vogliamo continuare a farlo per ogni vittima che finora non ha avuto la possibilità di ricevere una riparazione, però chiediamo che la questione vera e propria delle riparazioni oggi non si ponga più”.
 
udite, udite...... PDF Stampa E-mail
ANCHE A SCANDICCI….NASCE IL COMITATO PER IL NO ALLE MODIFICHE COSTITUZIONALI E ALL’ITALICUM
GIOVEDI’ 14 APRILE ore 21,00
 
Casa del Popolo di S.Giusto
Via del Ponte a Greve 119 - SCANDICCI
 
alt
Relazione di Francesco Baicchi
Coordinatore regionale del Comitato per il NO
LA CITTADINANZA E’ INVITATA
Iniziativa promossa dalla Sezione “Sergio Fallani” ANPI Scandicci
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Successivo>> > Fine >>

Pagina 5 di 24

Cane ANPI


Facebook MySpace Twitter Digg Delicious Stumbleupon Google Bookmarks RSS Feed 

Contatti

ANPI SCANDICCI

Via De rossi, 26
50018 Scandicci (Firenze)

Tel: 055 254758
NUOVA Email: anpiscandicci@gmail.com