Iniziative ed eventi
NO alla provocazione di FN del 28 ottobre PDF Stampa E-mail
Coordinamento Toscano Democrazia Costituzionale : condanna per l’annunciata rievocazione – dell’estrema destra – della marcia su Roma. Le istituzioni si mobilitino per impedirla. Necessario rispettare il dettato costituzionale e impegnarsi per respingere i rigurgiti del fascismo. Anche in Toscana.
Firenze, 14 settembre. Il Coordinamento toscano per la Democrazia Costituzionale esprime la propria indignazione per il tentativo annunciato da parte di un movimento di estrema destra di organizzare la celebrazione, il prossimo 28 ottobre, di una data profondamente significativa per i nostalgici della dittatura fascista.
Al di là degli aspetti farseschi della presunta rievocazione, essa può assumere una preoccupante valenza politica in un momento difficile per la convivenza civile e per l'assetto democratico del Paese, in cui la rinnovata conferma del dettato costituzionale e la sua concreta attuazione costituiscono un obiettivo largamente condiviso dalla opinione pubblica.
La provocatoria violazione del divieto di ricostituzione di partiti ispirati alla ideologia fascista, contenuto nella Carta Costituzionale, e, più in generale, delle norme che condannano l'apologia del fascismo, non può essere ignorata e il CDC toscano si unisce all'appello emesso lo scorso 8 settembre dalla Segreteria nazionale dell'ANPI affinché le Istituzioni pubbliche competenti assumano, anche a livello locale, i provvedimenti necessari a impedirla. 
Concorda anche con l'appello a tutte organizzazioni democratiche e agli operatori culturali affinché si faccia uso degli strumenti della cultura e dell'informazione per opporsi alle rinascenti tentazioni negazioniste e per mantenere, in particolare nei giovani, la memoria delle drammatiche conseguenze del ventennio di dittatura fascista. Anche nella nostra regione. 
Coordinamento toscano per la Democrazia Costituzionale
 
24-27 agosto, festa provinciale ANPI PDF Stampa E-mail
alt
 
festival della Resistenza a Fosdinovo (MS) PDF Stampa E-mail
alt
 
l'assenza dello Stato nel contrasto ai fascismi PDF Stampa E-mail

"La risposta delle Istituzioni alla presenza di liste fasciste nelle elezioni amministrative è del tutto inconsistente"

15 Giugno 2017       Il testo del comunicato della Segreteria nazionale ANPI

 

Alle ultime elezioni amministrative, la lista di CasaPound ottiene a Lucca quasi l'8% dei consensi e diviene il terzo partito. Il “candidato sindaco” - tale Fabio Barsanti - intervistato il 10 giugno su DìTv Canale 89 afferma testualmente: “Noi ci definiamo fascisti”. Eppure nella legge Scelba si afferma che “si ha riorganizzazione del disciolto partito fascista quando una associazione, un movimento o comunque un gruppo di persone non inferiore a cinque (…) rivolge la sua attività alla esaltazione di esponenti, principi, fatti e metodi propri del predetto partito o compie manifestazioni esteriori di carattere fascista”. A Todi CasaPound sfiora il 5%. Nei giorni scorsi www.repubblica.it ha dato notizia della Lista “Fasci italiani del Lavoro” che ha ottenuto il 10.41% dei voti a Sermide-Felonica (Mantova) col fascio littorio come simbolo. Meno nota, ma analoga, è la vicenda di Mura, piccolo comune in provincia di Brescia, dove “Lista civica – P.S.N.” ha preso l'11.815% dei voti, guadagnando così tre consiglieri. Anche tale lista ha come simbolo un fascio littorio sormontato da un'ascia. Eppure nelle “Istruzioni per la presentazione e l'ammissione delle candidature 2017” redatte dal Ministero dell'Interno si legge, al punto 3.4.4.: “La commissione dovrà ricusare” “i contrassegni in cui siano contenute espressioni, immagini o raffigurazioni che facciano riferimento a ideologie autoritarie (per esempio, le parole «fascismo», «nazismo», «nazionalsocialismo» e simili), come tali vietate a norma della XII disposizione transitoria e finale, primo comma, della costituzione e dalla legge 20 giugno 1952, n. 645”. Com'è possibile e tollerabile che si sia ammesso tutto ciò? Pretendiamo risposte chiare. Si tratta di segnali allarmanti che confermano il proliferare e il crescere di liste, organizzazioni e movimenti che si ispirano al fascismo ma anche l'inconsistenza della risposta delle Istituzioni democratiche. Il prefetto di Mantova ha di fatto sciolto la sottocommissione elettorale circondariale che era competente per il Comune di Sermide-Felonica. Bene. Ma ci pare un provvedimento del tutto insufficiente e tardivo, perché gli eletti della lista neofascista rimangono tali. Occorre una vigilanza serrata da parte degli organi preposti, prevenzione, un impegno concreto da parte dei partiti; l'impressione che si ha è che il fenomeno del fascismo risorgente sia considerato un problema secondario, se non inesistente.

Chiediamo con forza al Governo, e in particolare al Ministero dell'Interno, interventi immediati e risolutivi e alla Magistratura che operi per il pieno e rigoroso rispetto delle leggi vigenti. Chiediamo inoltre al Parlamento che si sblocchino i progetti di legge in materia con le opportune integrazioni, in particolare rispetto alla massiccia presenza del neofascismo nel web: su Facebook ben 500 pagine si richiamano esplicitamente al fascismo e al razzismo con frequenti apprezzamenti.

LA SEGRETERIA NAZIONALE ANPI

Roma, 15 giugno 2017

 
Con la sgorbia, col pennello, col fucile... PDF Stampa E-mail
alt
 
 

E’ aperta fino al 2 giugno la Mostra d’arte “Con la sgorbia, col pennello, col fucile... GINO TERRENI A SCANDICCI” presso il Castello dell'Acciaiolo - via Pantin 63 - Scandicci (FI)

La Pro Loco San Vincenzo a Torri Colline Scandiccesi rende omaggio all'artista con questo progetto condiviso con l’Associazione Archivio Gino Terreni, l’ANPI Sezione “Sergio Fallani” di Scandicci e con il patrocinio e il contributo del Consiglio Regionale della Toscana e del Comune di Scandicci.

Orari della Mostra:
Giovedì e Venerdì ore 16.00 – 20.00
Sabato, prefestivi e festivi ore 10.00-13.00 , 16.00-20.00
Oltre alla Mostra due ultimi appuntamenti:
· - Venerdì 19 Maggio - ore 21.15/23.00
CONCERTO D'ANIME Serata di musica, poesia e arte
  • Mercoledì 24 Maggio 2017Teatro Studio 'Mila Pieralli' -
    Matinée per le scuole ore 11.00
    Spettacolo serale ore 21.15
    "CON LA SGORBIA, IL PENNELLO E IL FUCILE:LA FAVOLA DI GINO"
    Rappresentazione teatrale sulla vita di Gino Terreni di e con Gilberto Colla, Leonardo Giovanni Terreni e Nicolas Baggi.
    In collaborazione con l'Ass. Plantago e l'Archivio Gino Terreni.
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Successivo>> > Fine >>

Pagina 1 di 24

Cane ANPI


Facebook MySpace Twitter Digg Delicious Stumbleupon Google Bookmarks RSS Feed 

Contatti

ANPI SCANDICCI

Via De rossi, 26
50018 Scandicci (Firenze)

Tel: 055 254758
NUOVA Email: anpiscandicci@gmail.com