Le nuove destre

Leggi o aggiungi un commento. Ci sono 0 Commenti... >>

L’A.N.P.I. esprime solidarietà ed appoggio al Sindaco di Scandicci PDF Stampa E-mail
Dopo la provocatoria affissione di alcuni manifesti del movimento "Fascismo e libertà" avvenuta a marzo a Firenze, i rappresentanti di questa organizzazione ci hanno provato in questi giorni di luglio  anche a Scandicci. Si tratta di un movimento neo-fascista che si richiama in maniera inequivocabile alla dittatura fascista, alla RSI ed a Mussolini.
L’Amministrazione comunale, nella persona del Sindaco Simone Gheri, ha preso una decisione netta, ritenendo non ammissibile l’affissione dei manifesti. Non ammissibilità motivata, sia in base alla XII Disposizione finale e transitoria della Costituzione, in cui si afferma che è vietata la riorganizzazione, sotto qualsiasi forma, del disciolto partito fascista, nonché agli articoli 1 e 4 della legge 645 del 1952 che contemplano il reato di apologia del fascismo.
Anche la Sezione A.N.P.I. di Scandicci ha voluto esprimere la sua solidarietà e pieno appoggio rispetto alla decisone assunta dal Sindaco in difesa della Costituzione  e  dell’ordinamento democratico, nato dalla lotta di Resistenza.
Di seguito il testo completo della nota dell’Ufficio di Presidenza della Sezione A.N.P.I. di Scandicci indirizzata al Sindaco:

Signor Sindaco,
a nome e per conto del Comitato Direttivo della sezione ANPI di Scandicci, Le esprimiamo la più convinta e totale solidarietà, riguardo alla sua encomiabile decisione di non consentire che vengano affissi manifesti, spudoratamente “fascisti”, negli spazi pubblici nel nostro Comune destinati all’affissione.
Vale la pena ricordare che il fantomatico movimento cosi detto “Fascismo e Libertà”, firmatario di detti manifesti, è dichiaratamente fascista e sul proprio simbolo include e pone in evidenza il “fascio littorio” di colore rosso. Tra gli ideali ispiratori fa esplicito riferimento alla RSI, al corporativismo, all’antisemitismo e, in maniera apologetica, al culto del ventennio mussoliniano.
A nostro parere, ci sono tutti gli estremi per mettere al bando siffatto movimento, nel rispetto della Costituzione e delle leggi democratiche vigenti in questa nostra Repubblica, sorta dopo la lotta di Liberazione.
Purtroppo questo movimento ed altri, con analoghe caratteristiche ideologiche di stampo nazi-fascista, per le loro iniziative e azioni provocatorie sono una costante minaccia alla nostra Democrazia e alla convivenza civile.
Scandicci Antifascista è a fianco del Sindaco Gheri, l’ANPI di Scandicci esprime con convinzione una solidarietà non formale al Sindaco, come primo garante nella nostra città del rispetto delle leggi della Repubblica e, in primo luogo, della Costituzione che vieta ogni forma di apologia del disciolto Partito Fascista.
L’ANPI di Scandicci si impegna nelle forme e nelle condizioni che si renderanno necessarie a sostenere la decisione del Sindaco, sicuramente interpretando il sentimento democratico della stragrande maggioranza dei cittadini di Scandicci, che storicamente, a partire dalle gloriose “Barricate” del 1921, si sono sempre schierati dalla parte della Libertà e della Democrazia.
Grazie Signor Sindaco                   Scandicci 13 luglio 2012
 
la Firenze democratica respinge la provocazione di FN PDF Stampa E-mail

COMUNICATO STAMPA

LA FIRENZE  DEMOCRATICA  E  ANTIFASCISTA  RESPINGE  LA PROVOCAZIONE  DI  FORZA NUOVA


L'iniziativa programmata dall'organizzazione neofascista Forza Nuova per venerdì  30 settembre, e ora rimandata di una settimana, è una provocazione contro la città di Firenze, medaglia d'oro della Resistenza.
Con la scusa di un dibattito sulla costruzione di una moschea, si cerca di sdoganare una forza politica di matrice fascista e di inserirla nel dibattito politico cittadino.
Come sempre le forze che si richiamano alla ideologia fascista, vorrebbero propagandare idee condannate dalla Storia dell’umanità, idee che si fondano sull’intolleranza ed  il  razzismo.
Tutti i cittadini democratici, le forze politiche antifasciste e l’associazionismo democratico, respingono questa iniziativa e chiedono alle istituzioni preposte a garantire il  rispetto della legge e della Carta Costituzionale, di vietare  tale oltraggio alla città di Firenze.
Chiediamo inoltre l’applicazione delle leggi presenti nel nostro paese, per colpire coloro che propagandano il fascismo e idee fondate sull’odio razziale o etnico.

Scandicci  2 ottobre 2011
                                                 Il Presidente  della Sezione ANPI Scandicci

alt
 
ma quale onore.......la storia non si può cancellare PDF Stampa E-mail
Abbiamo ricevuto e volentieri pubblichiamo il testo del Comunicato stampa dell'ANED (Associazione Nazionale ex Deportati politici nei campi nazisti)  di Firenze sulla vergognosa e   offensiva provocazione organizzata dai neofascisti di Casaggì per l'11 agosto, giorno in cui  si ricorda la Liberazione di Firenze dalle truppe nazi-fasciste.

"Abbiamo appreso che alcuni appartenenti al centro sociale Casaggì di Firenze il prossimo 11 agosto si recheranno al Cimitero di Trespiano “per commemorare i franchi tiratori e tutti coloro che difesero l'onore d'Italia col fucile in spalla, sparando dai tetti sui più grandi eserciti del mondo, senza riverenze e senza paura".
Dobbiamo dire che grazie al sacrificio di coloro che si sono battuti nella Resistenza italiana, anche gli appartenenti a Casaggì, oggi, sono liberi di rendere onore a chi loro meglio credono.
Sia ben chiaro a tutti però che: quando questi individui parlano di onore loro si riferiscono all'onore delle camicie nere che dai tetti sparavano su cittadini senza uniformi ne tantomeno armi; costretti a scendere in strada per fare la spesa!!! Questo è l'onore di Casaggì!!!
L'onore dei fascisti che hanno adottato ed applicato le leggi razziali nel nostro paese, dei fascisti che hanno fatto deportare, torturare ed uccidere migliaia di cittadini fiorentini che avevano la sola “colpa” di essere antifascisti e/o ebrei. Questo è l’onore di Casaggì!!!
Una delle pagine più vergognose del nostro Paese e dell’intera umanità. L’onore di Auschwitz, di Mauthausen, Dachau, Buchenwald, Terezin, Gusen, Ebensee, San Sabba, l’onore delle camere a gas, dei forni crematori. Tutto questo a noi fa orrore, a Casaggì, fa onore.
        Queste sono le differenze fra antifascisti e fascisti, queste sono le differenze fra la nostra Associazione e Casaggì, una volta di più riteniamoci fortunati che ha vinto la Resistenza sull’oppressore nazifascista!!!!!"

ANED Firenze

alt

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 Successivo>> > Fine >>

Pagina 7 di 7

Cane ANPI


Facebook MySpace Twitter Digg Delicious Stumbleupon Google Bookmarks RSS Feed 

Contatti

ANPI SCANDICCI

Via De rossi, 26
50018 Scandicci (Firenze)

Tel: 055 254758
NUOVA Email: anpiscandicci@gmail.com