Le nuove destre

Leggi o aggiungi un commento. Ci sono 0 Commenti... >>

NO ALLE RONDE NEO-FASCISTE, VENGA FATTA RISPETTARE LA LEGGE E LA COSTITUZIONE PDF Stampa E-mail
VERGOGNA!
RONDE NEOFASCISTE A SCANDICCI
Di fronte alle ultime azioni dei neofascisti di Casapound a Scandicci, la nostra Associazione ritiene che la misura sia ormai colma. Loro esponenti infatti, se ne vanno tranquillamente per le strade della nostra città, sui vagoni della tramvia, con tanto di pettorina identificativa, per intimidire i cittadini italiani o stranieri che siano. A pochi giorni dalle celebrazioni del 25 aprile, costoro, senza che nessuno a livello delle Istituzioni preposte faccia nulla, scorrazzano per le nostre strade.  
Che tale organizzazione che, dal 2011 a oggi, fra militanti e simpatizzanti ha avuto 20 arresti e 359 denunciati, assurga a difensore della legalità è qualcosa di aberrante. Ricordiamo (se qualcuno se ne fosse già dimenticato), che nel 2011 un simpatizzante di Casapound (Casseri) uccise a Firenze due cittadini senegalesi e ne ferì altri tre. Ma le condanne verso esponenti di Casapound continuano a fioccare: a marzo è arrivata quella nei confronti di due loro militanti che sono stati condannati, dal Tribunale di Firenze, a sei mesi di reclusione per aver aggredito e picchiato, il 14 giugno 2015, alcuni ragazzi della Rete degli Studenti Medi. E’ questa la triste realtà di costoro, che tutti i cittadini democratici di Scandicci conoscono bene.
Vogliamo sapere come Associazione che difende i Valori Costituzionali, come ciò possa accadere. Cosa fanno le Istituzioni preposte? Il Prefetto, le Forze dell’ordine non hanno nulla da dire rispetto a questi comportamenti?
L’ANPI Scandicci chiede con forza che venga fatta rispettare la nostra COSTITUZIONE.  
Scandicci 16-4-2018
 
PERCHE’ SCIOGLIERE LE ORGANIZZAZIONI NEOFASCISTE. UNA CONFERMA DA UNA RECENTE SENTENZA DEL TRIBUNALE DI FIRENZE PDF Stampa E-mail
alt
Da anni ormai l’ANPI, le associazioni democratiche, partiti e sindacati chiedono, a gran voce alle Istituzioni, lo scioglimento di alcune organizzazioni neo-fasciste: Casapaound, Forza Nuova in testa. Addirittura, in spregio della Costituzione e delle leggi Scelba e Mancino, queste organizzazioni hanno avuto l’autorizzazione a presentarsi alle ultime elezioni politiche. Bocciate senza appello dall’elettorato. Ma il problema rimane.
La richiesta di scioglimento non deriva solo dal fatto che la Carta costituzionale vieta l’organizzazione, sotto qualsiasi forma del disciolto partito fascista (XII disposizione transitoria), ma perché queste organizzazioni fanno dell’odio razziale e dell’apologia del ventennio, il loro messaggio principale. Un altro importante motivo portato all’attenzione dell’opinione pubblica, è il fatto che spesso gli appartenenti a questi gruppi sono autori di azioni violente nei confronti di chi ha semplicemente la pelle di un altro colore, per chi non la pensa come loro, ecc.
Un’ulteriore conferma a sostegno della posizione di coloro che nel Paese vuole lo scioglimento delle organizzazioni nere, viene da una recente condanna di due militanti di CasaPound che sono stati condannati dal tribunale di Firenze a sei mesi di reclusione con l'accusa di "lesioni personali e minacce" per aver aggredito e picchiato, il 14 giugno 2015, alcuni ragazzi della Rete degli Studenti Medi durante le Giornate del Lavoro della Cgil.  I due esponenti del partito di estrema destra dovranno pagare anche i risarcimenti ai ragazzi aggrediti e le spese processuali.
Uno dei due condannati, Tommaso Ceccarelli, 26 anni, è stato anche candidato alle recenti elezioni politiche del 4 marzo nel collegio plurinominale della Camera di Firenze-Mugello-Empoli.

(Fonte: firenze.repubblica.it)

 
nessuna agibilitĂ  per le organizzazioni neofasciste PDF Stampa E-mail
Abbiamo saputo che Casapound, organizzazione neo-fascista, sta cercando di trovare uno spazio a Scandicci per poter presentare i propri candidati alle prossime elezioni politiche. La nostra Costituzione ricordiamo parla chiaro: prevedendo (disposizione XII) il divieto di ricostituzione sotto qualsiasi forma del disciolto partito fascista. Casapound, leggiamo dalla stampa, dal 2011 a oggi fra militanti e simpatizzanti ha avuto 20 arresti e 359 denunciati. Nel dicembre di sei anni fa un suo simpatizzante (Casseri) uccise a Firenze due cittadini senegalesi e ne ferì altri tre. E che dire dei recenti fatti di Macerata, in cui un fascio-leghista ha sparato a sei cittadini, solo perché avevano la pelle di un altro colore?
La nostra comunità, fermamente democratica e antifascista, non può accettare che organizzazioni che si rifanno al fascismo (basti vedere le foto dei loro militanti che fanno il saluto romano) e che fanno dell’odio razziale l’unico messaggio, abbiano agibilità nella nostra città.
Lo stesso Consiglio Comunale, di recente ha approvato una mozione che impegna l’Amministrazione affinchè vengano negati spazi pubblici ai gruppi neo-fascisti. Sul tema dell’attivismo di questi gruppi, chiediamo da tempo alle Istituzioni preposte, di far rispettare quanto contenuto nelle leggi Mancino e Scelba.
L’ANPI Scandicci invita i partiti, i sindacati, le associazioni democratiche del nostro territorio, i cittadini tutti che si riconoscono nella Costituzione,   alla vigilanza democratica al fine di segnalare qualsiasi azione squadrista e provocazione antidemocratica.

PER UN PAESE DEMOCRATICO E MULTICULTURALE

 Comunicato Sezione ANPI "Sergio Fallani" Scandicci  (Scandicci, 9 febbraio 2018)
 
una firma per dire no ai nuovi fascisti PDF Stampa E-mail

L'appello "Mai piĂą fascismi" su www.change.org

Clicca sul titoletto  riportato qui sopra e firma l'appello nazionale promosso da ANPI, Associazioni, partiti, sindacati, movimenti democratici per contrastare i neofascisti.

 
spinetoli: cominciata la "campagna elettorale" della destra razzista e fascista PDF Stampa E-mail

 

Danno  fuoco alla palazzina per i migranti

Un grave fatto di cronaca ha scosso  il Piceno nel primo giorno dell’anno. Dopo le 3 di notte le fiamme hanno avvolto la palazzina di via Tevere, a Pagliare del Tronto, frazione di Spinetoli, destinata all’accoglienza di 37 migranti. Una struttura ed un progetto di accoglienza che avevano visto, nei mesi scorsi, l'opposizione sia del Sindaco del PD che, ovviamentre, dei fascisti di casapound e dei razzisti della Lega. Le fiamme si sono sviluppate su tutti e tre i piani dell’edificio, il quale era completamente disabitato.  Al momento sono in corso indagini per verificare esattamente la dinamica che ha portato all’incendio, anche se sembra probabile che le fiamme siano di origine dolosa. Per condannare il grave episodio è stato organizzato  un  sit-in  di protesta dal Comitato Antirazzista Piceno davanti alla Prefettura di Ascoli, in Piazza Simonetti. 
In vista del voto di marzo, dovremo aspettarci altri episodi di questo tipo, organizzati  da una destra fascista e razzista, che soffia sul malcontento sociale per additare un unico "colpevole": gli immigrati. Mentre i potenti di turno diventano sempre più ricchi ed i poveri, italiani e non,  rimangono senza lavoro, servizi ed  un futuro.
La campagna elettorale della destra è cominciata. E' necessaria la vigilanza democratica di tutte le  forze antifasciste.
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 Successivo>> > Fine >>

Pagina 1 di 8

Cane ANPI


Facebook MySpace Twitter Digg Delicious Stumbleupon Google Bookmarks RSS Feed 

Contatti

ANPI SCANDICCI

Via De rossi, 26
50018 Scandicci (Firenze)

Tel: 055 254758
NUOVA Email: anpiscandicci@gmail.com