La Costituzione Violata

Leggi o aggiungi un commento. Ci sono 0 Commenti... >>

“È sorprendente che si ritenga superfluo un reato come la tortura” PDF Stampa E-mail

alt

Intervista a Luigi Manconi tratta dal sito di Articolo 21

Il sangue scorre sui volti delle persone che si trovano alla scuola Diaz di Genova e nella caserma di Bolzaneto. Il corpo di Carlo Giuliani è a terra. Si sentono ancora le urla di quelle persone umiliate e violate, colpevoli di trovarsi in quel momento sotto la custodia di uno Stato che non c’è. O meglio, che c’è agisce nella sua forma peggiore: attraverso una violenza che per la Corte dei Diritti dell’Uomo si chiama tortura. In questi giorni, quindici anni fa, al G8 di Genova veniva aperta una ferita mai richiusa. Non c’era momento migliore insomma, per sospendere la discussione sul ddl tortura che andava faticosamente avanti dal 5 marzo 2014. Luigi Manconi, Presidente della Commissione Diritti Umani e primo firmatario del disegno di legge, dichiara ad Articolo21 che a lasciarlo stupito non è tanto la coincidenza temporale, quanto il fatto che una parte del Parlamento “ritiene non necessaria questa legge”.
Leggi tutto...
 
Un video da non perdere sulla modifica dell'art. 70 PDF Stampa E-mail
Da un’idea di “Patria Indipendente”, una magistrale interpretazione dell’attore Lamberto Consani sul contenuto dell'art. 70 della COSTITUZIONE e sul nuovo articolo previsto dallo stravolgimento voluto dalla maggioranza di Renzi, Boschi, Alfano e Verdini. 
Di seguito il link:

 

http://www.patriaindipendente.it/persone-e-luoghi/servizi/riforma-costituzionale-e-articolo-70-un-video-da-non-perdere/

 
perchè la finanza vuole modificare la Costituzione, 30 giugno PDF Stampa E-mail
alt
 
LE MILLE RAGIONI DI UNA FIRMA PDF Stampa E-mail
alt
 
le ragioni per difendere e attuare la Costituzione PDF Stampa E-mail
In vista della consultazione popolare fissata a ottobre sulle modifiche alla Carta,   concludiamo con le ultime  otto  ragioni a favore del NO,  illustrate da Gustavo Zagrebelsky,  presidente emerito della Consulta.

da Il Fatto Quotidiano del 6 marzo 2016

8. Diranno che, anche ad ammettere che la riforma abbia avuto una genesi non democratica e un iter parlamentare telecomandato nei tempi e nei contenuti, alla fine la democrazia trionferà nel referendum confermativo.
Noi diciamo che la riforma forse sottoposta al giudizio degli elettori porta il segno della sua origine tecnocratica unilaterale e che il referendum richiesto dallo stesso governo che l’ha voluta lo trasformerà in un plebiscito. Non si tratterà di un giudizio su una Costituzione destinata a valere negli anni, ma di un voto su un governo temporaneamente in carica. (…)Avremo una campagna referendaria in cui il governo avrà una presenza battente, come se si trattasse d’una qualunque campagna elettorale a favore di una parte politica, e farà valere il “plusvalore” che assiste sempre coloro che dispongono del potere, complice anche un’informazione ormai quasi completamente allineata.
9. Diranno che non c’è da fare tante storie, perché, in fondo si tratta d’una riforma essenzialmente tecnica, rivolta a razionalizzare i percorsi decisionali e a renderli più spediti ed efficienti
Noi diciamo: altro che tecnica! È la razionalizzazione d’una trasformazione essenzialmente incostituzionale, che rovescia la piramide democratica. Le decisioni politiche, da tempo, si elaborano dall’alto, in sedi riservate e poco trasparenti, e vengono imposte per linee discendenti sui cittadini e sul Parlamento, considerato un intralcio e perciò umiliato in tutte le occasioni che contano. La democrazia partecipativa è stata sostituita da un sistema opposto di oligarchia riservata. (…) Le “riforme” costituzionali sono in realtà adeguamenti della Costituzione a questa realtà oligarchica. Poiché siamo per la democrazia, e non per l’oligarchia, siamo contrari a questo adeguamento spacciato come riforma.
Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Successivo>> > Fine >>

Pagina 4 di 12

Cane ANPI


Facebook MySpace Twitter Digg Delicious Stumbleupon Google Bookmarks RSS Feed 

Contatti

ANPI SCANDICCI

Via De rossi, 26
50018 Scandicci (Firenze)

Tel: 055 254758
NUOVA Email: anpiscandicci@gmail.com