per un mondo libero
Sabato 10 Gennaio 2015 14:13

alt

 

L’A.N.P.I. Sezione di Scandicci ha organizzato per  stamani, 10 gennaio,  in piazza del mercato un presidio democratico e antifascista per esprimere la propria condanna e sdegno nei confronti della  strage  avvenuta  a Parigi, sia per manifestare la sua profonda preoccupazione nei confronti della presenza,  da qualche tempo,  dei neo-fascisti  di  CasaPound  nella nostra città.
La Sezione chiede al riguardo alla cittadinanza una vigilanza democratica e, a tutte le Istituzioni, il controllo e la piena applicazione delle norme che vietano l’apologia del fascismo e la diffusione  di  idee basate sull’odio razziale.  La nostra comunità  ripudia e ripudierà sempre ogni forma di  intolleranza,  razzismo e fascismo. 
 
Mai tanti morti sui luoghi di lavoro come nel 2014
Domenica 04 Gennaio 2015 08:39

 

alt

Sono quattordici i lavoratori morti in questi ultimi due giorni del 2014. Si spera che le notizie non siano vere, che esiste ancora una fievole speranza di trovare in vita i cinque autotrasportatori¬† imbarcati con il Tir sulla Norman Atlantic: si tratta di quattro napoletani e un messinese di cui non si sa pi√Ļ niente.¬†¬† Anche dei marinai turchi dispersi al largo di Ravenna dopo una collisione non si trova traccia. A queste probabili vittime occorre aggiungere altri due lavoratori morti in provincia di Latina e sull‚Äôautostrada A 20 Messina-Palermo.
Come ho gi√† scritto pi√Ļ volte si sta chiudendo un anno orribile per chi lavora. E‚Äô da quando ho aperto l‚ÄôOsservatorio Indipendente di Bologna morti sul lavoro il 1¬į gennaio 2008 che non ci sono tanti morti. Siamo a +12,8% rispetto all‚Äôintero 2013 e a +3,1 rispetto al 2008 e questo nonostante si siano persi da quell‚Äôanno milioni
di posti di lavoro ‚Äúbuoni‚ÄĚ. I morti sul lavoro si sono solo spostati da contratti a tempo indeterminato a quelli precari, in nero e partite iva individuali. Da chi √® assicurato all‚ÄôINAIL e chi invece ha altre assicurazioni ‚Äúprecarie‚ÄĚ o che addirittura non le ha.¬†¬† E questo senza che sia ancora entrato in vigore il Jobs act che produrr√† un‚Äôulteriore precarizzazione del lavoro, con conseguente aumento degli infortuni, anche mortali. Chi si opporr√† pi√Ļ alla richiesta di svolgere un lavoro pericoloso se corre il rischio di essere licenziati con una scusa se si
rifiuta? Occorre una svolta radicale e dare a chi ha un lavoro dipendente e a una falsa partita iva una rappresentanza politica che adesso non hanno in parlamento. Basta divisioni nel mondo del lavoro. Impegniamoci tutti per dare una rappresentanza politica vera e diretta a chi lavora.

 di Carlo Soricelli, curatore dell’Osservatorio Indipendente di Bologna morti sul lavoro http://cadutisullavoro.blogspot.it (tratto dal sito Articolo21.org)

 
al via il tesseramento anpi 2015
Martedì 02 Dicembre 2014 17:46
alt
 
La Scandicci democratica contro ogni razzismo e neofascismo
Sabato 29 Novembre 2014 18:51
alt

Un'immagine del presidio democratico e antifascista che si è svolto stamani in piazza Togliatti

NO AI FASCISTI  NELLA  NOSTRA  CITTA’

L‚ÄôA.N.P.I. Sezione di Scandicci, esprime la sua pi√Ļ¬† ferma condanna nei confronti della presenza dei neofascisti di Casapound, lo scorso sabato al mercato. Sappiamo infatti che, e la storia ce lo insegna, alle campagne razziste spesso seguono¬† atti di¬† violenza contro chi ha semplicemente la pelle di un altro colore¬† o¬† professa un‚Äôaltra fede: basti ricordare il duplice omicidio dei due cittadini senegalesi e il ferimento di altri tre (uno di essi rimasto paralizzato), avvenuto tre anni fa¬† a Firenze per mano di un neo-fascista. Negli¬† ultimi anni abbiamo assistito in Italia, ad una serie di¬† aggressioni da parte di esponenti dell‚Äôestrema destra, in particolare Forza Nuova e Casa Pound.
Come democratici, non possiamo restare a guardare questa barbarie dispiegarsi nelle nostre strade. Quando un militante di destra va in giro con un coltello in tasca e colpisce chi¬† ha la pelle¬† diversa dalla sua o chi non la pensa come lui, allora un Paese che si definisce democratico, deve sapere dare risposte adeguate; altrimenti non √® credibile, assumendosi la piena responsabilit√† di non aver prevenuto episodi di violenza.¬† In¬† Europa, in seguito alla profonda crisi economica che sta colpendo milioni di famiglie, stiamo¬† assistendo alle solite campagne razziste condotte dalle forze populiste e neo-fasciste, basate sulla ormai logora ‚Äúfavola‚ÄĚ che sarebbe¬† colpa degli stranieri¬† se manca il lavoro, la casa ecc. Sappiamo invece che le destre soffiano sul fuoco della guerra fra poveri per lasciare che nulla cambi, che restino i privilegi dei ricchi, lo¬† sfruttamento sul¬† lavoro, i¬† pesanti¬† tagli ai servizi pubblici. Sosteniamo, in base alla nostra Costituzione, la piena affermazione dei diritti e della condizione di uguaglianza dei cittadini migranti, che studiano, lavorano e vivono nel nostro Paese.

PER  UNA  DEMOCRAZIA DEL LAVORO E  DEI  DIRITTI

Scandicci  26-11-2014

 
<< Inizio < Prec. 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 Successivo>> > Fine >>

Pagina 36 di 40

Cane ANPI


Facebook MySpace Twitter Digg Delicious Stumbleupon Google Bookmarks RSS Feed 

Contatti

ANPI SCANDICCI

Via De rossi, 26
50018 Scandicci (Firenze)

Tel: 055 254758
NUOVA Email: anpiscandicci@gmail.com

www.anpiscandicci.it ha avuto

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter

visitatori dal 21 maggio 2009

Visitors Counter 1.6